parametri di taglio

Cos’ è la foratura

La foratura è una lavorazione per asportazione del truciolo, che permette di realizzare fori, e viene eseguita piuttosto avanti nel processo di lavorazione.

La foratura si realizza con utensili come punte elicoidali, attraverso la rotazione o lungo il proprio asse (moto di taglio), o tramite la traslazione longitudinale dell’utensile lungo il medesimo asse (moto di avanzamento).

La qualità della realizzazione dei fori dipende da molte variabili, come velocità di avanzamento, materiale e profondità, per questo per ottenere un foro preciso è necessario valutare attentamente il materiale del pezzo da lavorare, la forma del componente e la quantità.

Processo di foratura

Innanzitutto, prima di realizzare la foratura, si comincia con la tracciatura, ossia la fase necessaria per individuare le posizioni esatte degli assi dei fori da eseguire. Poi si monta il pezzo da lavorare sulla macchina e si predispongono la velocità di taglio e di avanzamento, in modo che il mandrino passi per il centro del foro.

Tipi di foratura

Tramite le lavorazioni di foratura si possono realizzare diversi tipi di foro come:

  • Cilindrico passante: forma cilindrica con un foro che attraversa completamente il materiale
  • Cilindrico cieco: forma cilindrica con un foro che non attraversa completamente il materiale
  • Svasato: foro con tratto conico nell’imboccatura
  • Con lamatura: imboccatura del foro con diametro maggiore (per permettere l’alloggiamento della testa di un bullone)
  • Conico: foro con pareti inclinate
  • A profili multipli: foro con tratti di differente diametro e tipologia

Contattaci, per scegliere i parametri di taglio del tuo utensile


Carica eventuale file di progetto (.dwg, .jpg o .pdf)
parametri di taglio

Le componenti fondamentali da valutare prima della realizzazione del foro sono:

  • Diametro del foro
  • Profondità del foro
  • Qualità del foro
  • Tipo di foro e precisione richiesta

Punte per la foratura

Gli utensili utilizzati per la foratura sono le punte, quelle più adoperate sono quelle elicoidali e ad elica.

Sono costituite da un corpo cilindrico opportunamente angolato, in cui sono ricavate due scanalature elicoidali, inclinate in maniera simmetrica rispetto all’asse e con una troncatura all’estremità con angolo al vertice che di solito è pari a 118°.
La scanalatura serve a far scivolare i trucioli prodotti dall’asportazione e a convogliare i liquidi lubro-refrigeranti nella zona di lavoro.

La punta ha poi un’estremità, detta codolo, di forma cilindrica o conica che serve per fissare l’utensile al mandrino.

L’efficacia dell’azione perforante delle punte dipende da:

  • Qualità del materiale
  • Angolazione della punta (angolo σ)
  • Inclinazione del corpo tagliente (angolo φ)

Punte Tommasin

Tommasin Utensili, può realizzare qualsiasi tipo di punta standard o speciale a disegno. Inoltre, è in grado di guidare e consigliare il cliente sui materiali più adatti e sulle geometrie migliori per gli scopi di lavorazione e per i materiali da trattare.

Compila il form in alto per avere maggiori informazioni o per richiedere un preventivo.