Utensili in PCD e Metallo Duro

La scelta del tipo di materiale da utilizzare per il proprio utensile dipende da numerose variabili come:

  • Il tipo di lavorazione
  • Il materiale da trattare
  • Le necessità di ogni singolo utilizzatore.

Per questo spesso potrebbe essere difficile fare una scelta tra PCD e metallo duro. Con questo articolo andremmo ad analizzare le caratteristiche di queste due tipologie di utensili e a scoprire in quali occasione è meglio utilizzare l’uno o l’altro.

Contattaci per realizzare il tuo utensile in PCD o metallo duro


Carica eventuale file di progetto (.dwg, .jpg o .pdf)

Quando e perché scegliere utensili in diamante policristallino (PCD)

Il diamante policristallino è un materiale composito costituito da particelle di diamante, prodotto in laboratorio attraverso un processo di sinterizzazione.

Le caratteristiche del PCD sono:

  • Elevatissima durezza
  • Basso attrito
  • Elevata resistenza all’usura
  • Maggiore durata di taglio
  • Ottimi finiture

Tali caratteristiche rendono il PCD la scelta adatta per gli utensili da taglio, impiegati in attività di:

  • Fresatura
  • Sezionatura
  • Foratura

Il PCD è inoltre adatto alla lavorazione di materiali come:

  • Truciolare
  • Laminati
  • Mdf/hdf
  • Fibra di vetro
  • Fibra di carbonio
  • Pvc
  • Coprian
  • Hpl

L’utilizzo di utensili in PCD invece è sconsigliato per lavorazioni sui materiali ferrosi.

In TOMMASIN UTENSILI, infatti, è possibile richiedere la progettazione e produzione di un utensile speciale a disegno in PCD.

utensili in metallo duro

Quando e perché scegliere utensili in metallo duro (HW)

Il metallo duro (anche conosciuto come Widia) è un materiale consistente di particelle dure, con maggior frequenza di Carburo di Tungsteno, inglobate in una matrice metallica (spesso cobalto), prodotto sempre attraverso un processo di sinterizzazione.

Le principali caratteristiche degli utensili in metallo duro sono:

  • Elevata resistenza all’usura
  • Elevata tenacia

Per questo gli utensili in metallo duro vengono utilizzato soprattutto nell’asportazione del truciolo.

In particolare, gli utensili in metallo duro sono perfetti per la lavorazione di materiali processati varie volte nella stessa giornata e dove non viene richiesta un’alta qualità di finitura.

In TOMMASIN UTENSILI, infatti, è possibile trovare una gamma completa di utensili standard in metallo duro e richiedere la progettazione e produzione di un utensile speciale a disegno.

PCD e Metallo duro: qual è la scelta più conveniente?

Nonostante la scelta tra PCD e metallo duro dovrebbe essere condotta fondamentalmente in base al tipo di lavorazione che si deve effettuare, spesso anche il prezzo svolge un ruolo rilevante.

Gli utensili in metallo duro hanno un costo d’acquisto decisamente inferiore rispetto a quelli in diamante policristallino, ma questo non indica per forza un risparmio.

Infatti, se si guarda non solo al costo iniziale ma piuttosto ai costi totali, si comprende che esistono altri fattori, che hanno un ruolo fondamentale nel concetto di risparmio.

Questi sono:

  • Durata di taglio: Gli utensili in PCD hanno una durata di tagliomedia 50 volte maggiore rispetto agli utensili in metallo duro.
  • Qualità di taglio: Sia il PCD che il metallo duro hanno un’ottima qualità di taglio; tuttavia il metallo duro si deteriora sin dalle prime fasi di taglio, mentre la qualità del PCD rimane invariata sin alla prima affilatura.
  • Riaffilatura: Gli utensili in metallo duro devono essere riaffilati più spesso rispetto al PCD.

Ciò significa che:

  • Il fermo macchina è maggiore
  • I tempi per il resettaggio macchina sono più lunghi
  • L’acquisto di un nuovo utensile avviene più frequentemente.

Per questi motivi l’acquisto di un utensile in metallo duro non è sempre la scelta più conveniente rispetto all’acquisto di un utensile in PCD.